I chiarimenti dell’Agenzia delle entrate, Istanze di interpello. - DotBlog - Studio Ranieri dott. Renato - Commercialista

Vai ai contenuti

Menu principale:

I chiarimenti dell’Agenzia delle entrate, Istanze di interpello.

Pubblicato da in Emergenza Covid2019 ·
Tags: FiscoCoronaVirus
Sono sospese, dall’8 marzo al 31 maggio 2020, le istanze che riguardano: 1) l'applicazione delle disposizioni tributarie, quando vi sono condizioni di obiettiva incertezza sulla corretta interpretazione delle stesse e la corretta qualificazione della fattispecie alla luce delle disposizioni tributarie applicabili alle medesime, ove ricorrano condizioni di obiettiva incertezza e non siano comunque attivabili le procedure di accordo preventivo per le imprese con attività internazionale (articolo 11, comma 1, lettera a), della legge n. 212/2000); 2) la sussistenza delle condizioni e la valutazione della idoneità degli elementi probatori richiesti dalla legge per l'adozione di specifici regimi fiscali nei casi espressamente previsti, (articolo 11, comma 1, lettera b), della legge n. 212/2000); 3) l'applicabilità della disciplina sull'abuso del diritto ad una specifica fattispecie (articolo 11, comma 1, lettera c), della legge n. 212/2000); 4) la disapplicazione di norme tributarie che, allo scopo di contrastare comportamenti elusivi, limitano deduzioni, detrazioni, crediti d'imposta, o altre posizioni soggettive del soggetto passivo altrimenti ammesse dall'ordinamento tributario (articolo 11, comma 2, della legge n. 212/2000). Rientrano altresì nell'ambito di applicazione della norma anche le istanze di interpello presentate dai contribuenti aderenti al regime di adempimento collaborativo (art. 6 D.Lgs. n. 128/2015) e le istanze di interpello sui nuovi investimenti (art. 2 D.Lgs. n. 147/2015).
Durante il periodo di sospensione, gli Uffici potranno comunque svolgere le attività tipicamente connesse alla lavorazione delle istanze di interpello, ovvero, ad esempio: - inviare richieste di regolarizzazione, ove l'istanza risulti carente di uno dei requisiti previsti dalla legge; - inviare richieste di documentazione integrativa; - fornire pareri ai contribuenti, - svolgere le interlocuzioni formali.

E’ invece inibita la possibilità di accedere presso le sedi di svolgimento dell'attività dell'impresa o della stabile organizzazione nonché di svolgere le analoghe attività previste dalla disciplina relativa all'istruttoria delle istanze dei soggetti che hanno avuto accesso al regime dell'adempimento collaborativo.

Attenzione: I termini per fornire risposta al contribuente sono, comunque, sospesi fino allo spirare del periodo di sospensione; pertanto, iniziano o riprendono a decorrere, in ogni caso, dal 1° giugno 2020.

Bookmark and Share

Nessun commento


Cerca Circolari
Studio Ranieri Dott. Renato

Viale Guglielmo Marconi n° 77
65126 Pescara (PE)

Tel. e Fax: 085.4516981
Mobile 320.3630638
renato@studioranieri.com
renato@pec.studioranieri.com

P.Iva 01717280687
Iscrizione Albo Commercialisti Pescara 812/A
Torna ai contenuti | Torna al menu